j.   <Oggi è sabato 17>

j’b. <Quindi?&gt;

j. &nbsp;&nbsp;&lt;Nelle concessionarie fanno provare

la Focus>

j’b.&nbsp;&lt;A-ah&gt;

j. &nbsp; improvvisamente trasformatasi in Betty Boop 
 &nbsp;&nbsp;&nbsp; <Me la compri?>

j’b.&nbsp;&lt;Amore, costa 16.000€&gt;

j. &nbsp; <No&gt;

j’b. <S&igrave;&gt;

j. &nbsp; <Non è vero>

j’b. <S&igrave; che è vero>

j. &nbsp; <Costa 15.950€&gt;

j’b.&nbsp;&lt;&hellip;&gt;

j. &nbsp; <Quando non ti conviene esageri sempre>

j’b.&nbsp;&lt;Oggi non posso. Sono pieno di lavoro*>

*Intendesi per lavoro:
. andare qui a fare du’ foto a modelle invasate in groppa ad un gommone e dai costumini tanto incerti da chiedersi se siano mere illusioni ottiche
. sfruttare, negriero, la propria donna come copy
. rimunerare –dio solo sa quando- la crista con la metà di quanto ha già pagato le sue modelle.

La pubblicità è uno di quei campi in cui venderei a gran cuore le mie sinapsi in cambio di un bel culo.

Annunci